I cookie ci aiutano a fornire in maniera corretta le informazioni di questo sito. Utilizzando questo sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Impianto produzione CDR addensato

Questa linea serve al trattamento della frazione secca generata nella sezione di triturazione, di essiccamento biologico e di vagliatura dei rifiuti urbani.
Un separatore magnetico separa i metalli ferrosi e, successivamente, un separatore balistico provvede a separare una frazione ad elevato contenuto di inerti dal flusso destinato alla produzione di CDR.
Per recuperare anche i contenitori in plastica per bevande, è previsto un sistema di separazione pneumatica sul flusso degli scarti del separatore balistico.
Il separatore balistico, a doppio stadio, è dotato di elementi che fanno avanzare la frazione leggera. Questo flusso, ad elevato contenuto di materiali combustibili, viene successivamente trattato da due trituratori secondari installati in parallelo.
I trituratori sono del tipo monorotore a bassa velocità di rotazione, con griglia di controllo della pezzatura.
Un altro separatore magnetico attrae ulteriori materiali ferrosi liberati dal processo di triturazione prima dell’alimentazione delle addensatici.
Le due addensatici, MTD S.R.L., del tipo a trafila piana, lavorano in parallelo. I rulli di pressione forzano il CDR attraverso i fori della trafila e ciò consente di ottenere sia l’addensamento del materiale che un completo controllo della pezzatura.
Il CDR addensato viene trasportato, con dei trasportatori, ad un sistema di carico automatico di container scarrabili, con i quali il combustibile viene trasferito nell’adiacente impianto di combustione e produzione di energia elettrica.

IMPORTANTE: Un click per ingrandire l'immagine, tasto destro del mouse e SCARICA IMMAGINE per eseguire il download.